Tata Group in trattative per assemblare iPhone in India: rapporto

Tata Group in trattative per assemblare iPhone in India: rapporto

Il principale conglomerato indiano in trattative per entrare a far parte del club dei produttori di iPhone

Tata Group è in trattative con un fornitore taiwanese di Apple Inc. per costituire una joint venture per la produzione di elettronica in India, cercando di assemblare iPhone nel paese dell’Asia meridionale.

Le discussioni con Wistron Corp. mirano a rendere Tata una forza nella produzione tecnologica e il conglomerato indiano dal sale al software vuole sfruttare l’esperienza dell’azienda taiwanese nello sviluppo del prodotto, nella catena di approvvigionamento e nell’assemblaggio, hanno affermato persone con conoscenza della materia.

In caso di successo, il patto potrebbe rendere Tata la prima azienda indiana a costruire iPhone, che attualmente sono assemblati principalmente da colossi manifatturieri taiwanesi come Wistron e Foxconn Technology Group in Cina e India.

kofuqm7g

Una società indiana che produce iPhone rappresenterebbe una spinta enorme per lo sforzo del Paese di sfidare la Cina, il cui predominio nella produzione di elettronica è stato messo a repentaglio dai blocchi di Covid e dalle tensioni politiche con gli Stati Uniti.

Potrebbe anche persuadere altri marchi di elettronica globali a prendere in considerazione l’assemblaggio in India per ridurre la loro dipendenza dalla Cina in un momento di crescenti rischi geopolitici.

La struttura dell’accordo e dettagli come le partecipazioni devono ancora essere finalizzati e i colloqui sono in corso, hanno detto le persone, rifiutando di essere nominati poiché le conversazioni sono private.

Il piano potrebbe comportare l’acquisto da parte di Tata di azioni nelle operazioni di Wistron in India o le società potrebbero costruire un nuovo impianto di assemblaggio, ha detto una delle persone. Potrebbero anche eseguire entrambe le mosse, ha detto la persona.

Non è stato immediatamente chiaro se Apple fosse a conoscenza dei colloqui, che arrivano in un momento in cui il colosso tecnologico statunitense sta cercando di diversificare maggiormente la produzione lontano dalla Cina e approfondire la sua catena di approvvigionamento in India.

È noto che Apple lavora con aziende locali nelle regioni in cui ha basi di produzione, ma l’assemblaggio di iPhone è un compito complicato che implica il rispetto delle scadenze ravvicinate e dei controlli di qualità dell’azienda statunitense.

Il nuovo iPhone di Apple mostra che l’India sta colmando il divario tecnologico con la Cina

Un rappresentante di Wistron ha rifiutato di commentare. Tata e Apple non hanno risposto alle richieste di commento.

La nuova impresa mira ad aumentare alla fine il numero di iPhone assemblati fino a cinque volte rispetto a quello che Wistron costruisce attualmente in India, ha detto una delle persone.

Una partnership probabilmente porterebbe anche Tata, con sede a Mumbai, a ottenere una quota dell’attività manifatturiera di Wistron oltre agli smartphone, hanno affermato le persone.

Il presidente di Tata Group, Natarajan Chandrasekaran, ha affermato che l’elettronica e la produzione high-tech sono aree di interesse chiave per l’azienda, il principale conglomerato indiano con un fatturato di circa 128 miliardi di dollari.

Industrie come software, acciaio e automobili rappresentano gran parte dell’attività di Tata, ma ha compiuto i primi passi nella catena di fornitura degli smartphone iniziando a produrre componenti per chassis di iPhone nell’India meridionale.

Per l’azienda indiana di Wistron, alle prese con le perdite, un patto con Tata gli darebbe un formidabile partner locale dalle tasche profonde.

La portata di Tata abbraccia anche le automobili, compresi i veicoli elettrici, un’area in cui molti dei giganti della tecnologia mondiale sono ansiosi di espandersi.

Wistron ha iniziato a produrre iPhone in India nel 2017, dopo anni di sforzi da parte di Apple per aggiungere capacità di produzione nel paese. La società con sede a Taipei attualmente assembla iPhone nel suo stabilimento nello stato del Karnataka, nel sud dell’India.

La promessa di un mercato al consumo di 1,4 miliardi di persone in India e gli incentivi finanziari del Primo Ministro Narendra Modi per la produzione tecnologica hanno spinto gli altri principali produttori di contratti Apple Foxconn e Pegatron Corp. ad espandersi anche nel paese.

Tuttavia, la forza lavoro e le fabbriche indiane non hanno adottato facilmente le pratiche altamente controllate che Apple richiede ai fornitori: da quando l’assemblaggio di iPhone è iniziato in India cinque anni fa, i lavoratori si sono ribellati per salari e condizioni di vita e di lavoro inferiori agli standard in due importanti incidenti.

–Con l’assistenza di Mark Gurman.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Leave a Comment

Your email address will not be published.