Se eletto, entro la prima settimana

'Se eletta, entro la prima settimana...': Liz Truss sulla stretta gara del PM nel Regno Unito

Si prevede che Liz Truss sarà nominata il nuovo primo ministro britannico. (FILE)

LONDRA:

Il ministro degli esteri britannico Liz Truss ha dichiarato domenica che avrebbe intrapreso un’azione immediata per affrontare l’aumento delle bollette energetiche e aumentare le forniture di energia se, come previsto, fosse nominata Primo Ministro questa settimana.

Scrivendo sul quotidiano Sunday Telegraph alla vigilia dell’annuncio su chi sostituirà il primo ministro Boris Johnson, Truss ha ribadito la sua promessa di essere audace nell’affrontare l’economia britannica, che sta lottando con un’inflazione a due cifre e sta affrontando la recessione.

Dicendo di aver capito “quanto sia difficile per tutti la crisi del costo della vita”, Truss ha scritto che avrebbe intrapreso “azioni decisive per garantire che le famiglie e le imprese possano superare questo inverno e il prossimo”.

“Se eletto, ho in programma entro la prima settimana della mia nuova amministrazione di definire la nostra azione immediata sulle bollette energetiche e sulla fornitura di energia”, ha scritto.

“Un evento fiscale sarebbe seguito alla fine di questo mese dal mio Cancelliere, con un più ampio pacchetto di azioni sull’economia”.

Ha affermato che il suo approccio sarebbe duplice: un’azione immediata per affrontare la crisi del costo della vita e un piano per fornire crescita economica. Nominerebbe anche un Consiglio di consulenti economici per ottenere “le migliori idee” su come rilanciare l’economia.

“Dobbiamo prendere le decisioni difficili per assicurarci di non essere in questa posizione ogni autunno e inverno. Attaccare cerotti e calciare la lattina lungo la strada non funzionerà. Sono pronta a prendere le decisioni difficili per ricostruire la nostra economia”, ha scritto .

Truss dovrebbe essere nominato lunedì come il nuovo leader del Partito conservatore al governo e quindi il nuovo primo ministro britannico, battendo il suo rivale, l’ex ministro delle finanze Rishi Sunak. Johnson è stato costretto a dimettersi dal suo stesso partito dopo una serie di scandali.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.