Re Carlo viaggerà senza passaporto, guiderà senza patente

Re Carlo viaggerà senza passaporto, guiderà senza patente

Il monarca britannico non vota e non può candidarsi alle elezioni. (File)

Londra:

Il nuovo re del Regno Unito viaggerà senza passaporto e guiderà senza patente, possiederà tutti i cigni reali in Inghilterra e potrebbe continuare la tradizione di festeggiare il suo compleanno due volte l’anno.

Ecco un elenco di fatti insoliti sul nuovo monarca della Gran Bretagna.

Nessuna licenza o passaporto

Re Carlo III viaggerà all’estero senza passaporto perché, a differenza di altri membri della famiglia reale, non ne avrà bisogno in quanto il documento sarà rilasciato a suo nome.

Il preambolo in ogni documento dichiarerà ora: “Il Segretario di Stato di Sua Maestà Britannica richiede e richiede in nome di Sua Maestà tutti coloro che possono interessare di consentire al portatore di passare liberamente senza impedimenti o impedimenti e di offrire al portatore tale assistenza e protezione che potrebbe essere necessaria”.

Per lo stesso motivo, il re sarà l’unica persona in Gran Bretagna che può guidare senza patente.

Due compleanni

La madre di Carlo, la regina Elisabetta II, ha compiuto due compleanni: il suo vero compleanno il 21 aprile, che si è tenuto in privato, e una celebrazione pubblica ufficiale il secondo martedì di giugno, quando il clima estivo tende ad essere migliore per le sfilate all’aperto.

Poiché il compleanno di Charles cade all’inizio dell’inverno, il 14 novembre, è probabile che avrà anche un “compleanno ufficiale” in un mese più caldo.

La celebrazione pubblica – il Trooping the Colour – risale a più di 250 anni fa e coinvolge più di 1.400 soldati, 200 cavalli e 400 musicisti in uno sfoggio di precisione militare.

La Royal Air Force conclude il procedimento con un sorvolo mentre i membri della famiglia reale osservano dal balcone di Buckingham Palace, nel centro di Londra.

Nessun voto

Il monarca britannico non vota e non può candidarsi alle elezioni. In quanto capo di stato, deve rimanere rigorosamente neutrale negli affari politici.

Sono coinvolti nell’apertura formale delle sessioni parlamentari, approvano la legislazione del parlamento e tengono incontri settimanali con il primo ministro.

Cigni, delfini e storione

Il monarca britannico non regna solo sulle persone.

Dal 12 ° secolo, i cigni reali non contrassegnati in acque aperte in Inghilterra e Galles sono considerati proprietà del monarca.

Ogni anno i diritti reali vengono esercitati su tratti del fiume Tamigi, dove i cigni vengono contati secondo una tradizione che è ormai diventata una misura di conservazione.

La prerogativa reale si applica anche a storioni, delfini e balene nelle acque britanniche.

Poeta ufficiale

Ogni 10 anni, la Gran Bretagna nomina un poeta laureato che compone versi per il monarca.

La carica onoraria include un mozzicone di sherry, equivalente a 720 bottiglie.

La tradizione risale al XVII secolo.

Carol Ann Duffy è diventata la prima donna nominata poeta laureata quando è stata nominata nel 2009.

Ha composto poesie per il matrimonio del principe William nel 2011, il 60° anniversario dell’incoronazione della regina Elisabetta II nel 2013 e il matrimonio del principe Harry nel 2018.

Mandato reale

Rilasciato a coloro che riforniscono regolarmente il monarca di beni e servizi, il mandato è un grande onore e una spinta alle vendite.

Le aziende a cui è stato assegnato il mandato sono autorizzate a utilizzare le armi reali sui loro beni.

I supermercati Burberry, Cadbury, Jaguar Cars, Land Rover, Samsung e Waitrose sono tra le aziende con mandato reale.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Leave a Comment

Your email address will not be published.