Ranveer ha ballato con 25 ragazze all’evento Jayeshbhai Jordaar: Vivek Agnihotri | Bollywood

Il regista Vivek Agnihotri ha parlato del film Jayeshbhai Jordaar di Ranveer Singh. Durante un’intervista, mentre Vivek ha elogiato l’argomento del feticidio femminile del film, ha anche criticato Ranveer per aver ballato a torso nudo con “25 donne” durante la promozione del film. Leggi anche: Vivek Agnihotri afferma che Ayan Mukerji non riesce a pronunciare “Brahmastra”

Jayeshbhai Jordaar della Yash Raj Films affronta il feticismo femminile in un modo molto insolito e di grande impatto e vede l’attore protagonista del film Ranveer Singh (Jayesh Patel) che interpreta un marito e un padre premurosi che lottano per la sua bambina non ancora nata. Il film è uscito il 13 maggio.

In un’intervista con Kushal Mehra, Vivek Agnihotri ha dichiarato: “Ranveer Singh, la cosiddetta stella numero 1. La gente non si stanca di lodarlo. Il suo film Jayeshbhai Jordaar, che parlava di feticismo femminile su come le persone non dovrebbero uccidere le ragazze. Che soggetto meraviglioso, ma allora come stavano promuovendo il film? Ranveer è andato a torso nudo e ballava con 25 ragazze durante le promozioni. Era come ballare con 25 ragazze sexy e glamour. Nessuno sapeva che il film parlava di feticidio femminile. Non è una sfilata di moda o una commedia. Perché la gente dovrebbe andare a vederlo?”

Jayeshbhai Jordaar non si è comportato bene nei teatri. Ha raccolto 15,59 crore al botteghino nazionale.

L’ultimo film di Vivek, The Kashmir Files, uscito nel marzo di quest’anno, è emerso come uno dei film post-pandemia di maggior successo usciti in India. Raffigurava l’esodo dei Pandit del Kashmir dalla valle del Kashmir negli anni ’90. Presentava Anupam Kher, Pallavi Joshi, Mithun Chakraborty e Darshan Kumaar.

All’inizio di quest’anno, Vivek ha annunciato il suo prossimo film, The Delhi Files. Condividendo una sua foto, Vivek ha scritto in un tweet. “Ringrazio tutte le persone che hanno posseduto #TheKashmirFiles. Negli ultimi 4 anni abbiamo lavorato molto duramente con la massima onestà e sincerità. Potrei aver spammato il tuo TL (timeline), ma è importante rendere le persone consapevoli del genocidio e dell’ingiustizia commessi agli indù del Kashmir. È tempo per me di lavorare su un nuovo film”. In un tweet successivo, ha scritto “#TheDelhiFiles”.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.