Nessuna nave da guerra consentita da tutti i paesi, afferma Isole Salomone in mezzo alla crescente vicinanza con la Cina

Non sono ammesse navi da guerra, afferma la nazione insulare in mezzo alla crescente vicinanza con la Cina

Il divieto di attracco di navi militari straniere nelle Isole Salomone si applica a tutti i paesi

Honiara, Isole Salomone:

Un rapido divieto di attracco di navi militari straniere nelle Isole Salomone si applica a “tutti i paesi del mondo”, ha detto mercoledì all’AFP un portavoce del primo ministro della nazione del Pacifico.

Il primo ministro Manasseh Sogavare ha rivelato il divieto martedì dopo che è stata diffusa la notizia che una nave della guardia costiera degli Stati Uniti non era autorizzata a fare rifornimento nel porto del paese.

Un portavoce del premier ha detto all’Afp che la moratoria “comprende tutti i Paesi del mondo”.

“Nessuna preferenza per un paese specifico”, ha detto.

Il portavoce ha aggiunto che non c’era “nessun periodo di tempo specifico” per una revisione di un processo di approvazione navale, anch’esso annunciato martedì.

La moratoria sarà seguita da vicino nella regione, data la crescente vicinanza delle Isole Salomone con Pechino. I due paesi hanno firmato un controverso patto di sicurezza ad aprile.

Il divieto navale arriva una settimana dopo che l’ufficio di Sogavare ha minacciato di bandire o espellere i giornalisti occidentali per copertura “irrispettosa e umiliante” e ha affermato che alcuni media stranieri stavano cercando di “ingegnerizzare il cambio di regime”.

Il ministro della Difesa australiano Richard Marles non sarebbe stato coinvolto nella moratoria durante le interviste ai media mercoledì, dicendo solo che era “una questione per le Isole Salomone”.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

.

Leave a Comment

Your email address will not be published.