La BMW M Hybrid V8 è pronta per Daytona

A giugno, BMW ci ha dato il nostro primo sguardo al suo primo prototipo di pilota di alto livello da decenni, la M Hybrid V8. Ora sappiamo come sarà l’auto quando debutterà alla 24 Ore di Daytona a gennaio.

L’auto correrà sia nella classe hypercar IMSA GTP che nel FIA World Endurance Championship, ma si basa sul set di regole LMDh radicato nell’IMSA. Ciò significa che è costruita attorno al cuore di un telaio LMP2 fornito da Dallara, ma l’auto è completamente irriconoscibile dall’auto LMDh di Cadillac costruita attorno alla stessa vasca.

bmw m ibrida v8

BMW USA

In particolare, la M Hybrid V8 presenta un’integrazione radicale del volto aziendale di BMW. Le sue gigantesche griglie renali gli conferiscono un muso significativamente più squadrato e geometrico rispetto a qualsiasi altro prototipo da corsa oggi. L’ala posteriore, il diffusore, l’ala posteriore e la struttura del fanale posteriore sono tutti in un unico pezzo, che si estendono dai parafanghi in un colpo e terminano con luci costruite con linee angolari. Nel mezzo, una forma più tradizionale è evidenziata da fiancate basse, parafanghi angolari e una pinna stabilizzatrice che si estende sopra lo snorkel dell’airbox dell’auto. Anche il kink di Hofmeister fa la sua comparsa lungo il finestrino, qui assumendo la forma di un angolo particolarmente aggressivo che si integra direttamente in entrambi i lati dell’esclusiva livrea asimmetrica dell’auto.

bmw m ibrida v8

BMW USA

La livrea può sembrare una semplice interpretazione moderna dei tradizionali colori da corsa della BMW da lontano, ma una vista laterale del lato sinistro dell’auto rivela che tutti quei tagli di colore in rosso, bianco e blu sono in realtà una M distintiva nascosta lungo più superfici. Lungo la destra, tagli simili creano una M diversa allineata contro il nodo Hofmeister dell’auto. Come il distinto camuffamento di prova, questo schema è stato progettato da BMW Group Designworks. A differenza di quella livrea, questa adornerà l’auto quando correrà a Daytona a gennaio.

L’M Hybrid V8 è alimentato da un V-8 flat-plane biturbo costruito su un motore precedentemente utilizzato nel DTM a metà degli anni 2010. Con l’aiuto di un sistema ibrido standard, l’auto è in grado di raggiungere una potenza massima combinata di 697 cavalli. In pratica, la complicata matematica del bilanciamento delle prestazioni intesa a mantenere la serie competitiva significa che la maggior parte delle auto della classe produrrà potenza al di sotto di quel numero.

bmw m ibrida v8

BMW USA

Sebbene l’auto non andrà a correre in Europa fino a quando il programma del FIA World Endurance Championship con WRT non sarà avviato nel 2024, gareggerà per l’intera stagione IMSA GTP con Rahal Letterman Lanigan nel 2023. Il team guiderà due auto a tempo pieno, sarà guidato da Connor de Phillippi, Philipp Eng, Augusto Farfus e Nick Yelloly. De Phillippi, un americano, è da anni pilota IMSA a tempo pieno nelle vetture GT dell’azienda. Farfus, Eng e Yelloly si uniscono tutti a Rahal Letterman Lanigan dopo aver trascorso il 2022 come piloti di sola resistenza con i programmi GT del team.

I quattro saranno raggiunti da altri piloti in varie gare di durata durante tutto l’anno, ma la BMW ha rivelato solo uno di quei nomi finora. Questa distinzione va a Colton Herta, vincitore in carica della LMP2 nella classe di Daytona e vincitore della classe precedente con il programma M8 GTE della BMW. Herta è meglio conosciuto come una star in IndyCar, dove ha vinto sette gare in quattro anni, e come un potenziale cliente in Formula 1, dove avrebbe dovuto unirsi per un breve periodo ad AlphaTauri per la stagione 2023 prima che i problemi di licenza si intromettessero. Herta è confermata nel programma per la sua gara di debutto a Daytona.

bmw m ibrida v8

BMW USA

Nel 2024, la BMW invierà i V8 ibridi M per correre in Europa con gli standard LMP2 al WRT. Ciò significa che l’auto non correrà a Le Mans quest’anno, ma il suo debutto nella più grande gara di auto sportive del mondo si avvicina rapidamente. Fino ad allora, il programma prevede Daytona, Sebring, Petit Le Mans e un campionato IMSA da inseguire.

Leave a Comment

Your email address will not be published.