Il programma di autoriparazione del MacBook mette in evidenza i progressi nella riparabilità difettosa di Apple

La parte anteriore di un laptop chiuso color argento su un tavolo
Ingrandire / Il MacBook Pro da 16 pollici del 2021.

Samuel Axon

Martedì, Apple ha ampliato il suo programma di riparazione self-service ai MacBook basati su M1. Dare ai clienti manuali di riparazione e la possibilità di acquistare parti e acquistare o noleggiare strumenti per MacBook Air M1 e MacBook Pro M1 è ben diverso dall’Apple del passato. Dopo alcuni giorni di disponibilità, il programma di autoriparazione del MacBook mostra graditi progressi, ma è ancora necessario del lavoro prima che Apple venga considerata un vero alleato per il diritto alla riparazione.

Gli ultimi giorni hanno visto numerosi attivisti per il diritto alla riparazione criticare il programma di riparazione automatica dei MacBook di Apple. Forse il più degno di nota è un blog con parole forti di iFixit, in cui si afferma che il programma “riesce a far sembrare i MacBook meno riparabili”. Sebbene iFixit abbia ritenuto che il manuale di riparazione del MacBook Air fosse “approfondito, per lo più logico e meritevole di un ulteriore punto di riparazione”, è rimasto meno colpito dai manuali di riparazione del MacBook Pro.

iFixit si è concentrato molto sull’approccio di Apple alla sostituzione della batteria del MacBook Pro, citando il naturale degrado delle batterie al litio. I manuali di riparazione automatica del MacBook Pro 2021 da 13, 14 e 16 pollici di Apple affermano che per sostituire la batteria, è necessario rimuovere molto più della semplice batteria. I manuali indicano agli utenti di rimuovere l’intero bauletto, il bauletto inferiore, l’unità di gestione della batteria, il cavo flessibile, il sensore dell’angolo del coperchio, il trackpad e il relativo cavo flessibile, il modulo di ventilazione/antenna, la scheda logica, i coperchi dei cardini dello schermo, il display, il la scheda audio del laptop, le ventole, la scheda MagSafe 3, nonché le schede USB-C e la scheda Touch ID.

Dal manuale di riparazione del MacBook Pro M1 da 14 pollici di Apple.

Dal manuale di riparazione del MacBook Pro M1 da 14 pollici di Apple.

Mela

Ciò richiede di leggere la maggior parte del manuale di oltre 160 pagine, che avverte che “la batteria fa parte del bauletto” e che non dovresti provare a separare i due. I manuali notano anche che il bauletto include la scheda BMU, la tastiera, il cavo flessibile della tastiera, il microfono e gli altoparlanti, che sono tutti “non rimovibili”.

Fondamentalmente lo smontaggio e il rimontaggio di un laptop per cambiarne la batteria, una parte nota per aver bisogno di essere sostituita dopo il tempo, non è facile da usare o… tipico. iFixit, ad esempio, ha una guida alla sostituzione della batteria del MacBook Pro da 14 pollici 2021 che suddivide il processo in 26 passaggi e rimuove principalmente solo il case inferiore, il trackpad e la scheda della batteria.

E una rapida occhiata ai manuali di riparazione per altri PC, come il ThinkPad X1 Carbon di Lenovo [PDF] o Zbook Fury G8 di HP hanno processi di sostituzione della batteria più semplici e più brevi. Tuttavia, questi design differiscono dai MacBook Pro di Apple.

Per sostituire la batteria di un MacBook Pro M1 tramite il negozio di riparazioni self-service di Apple, dovrai acquistare anche un intero bauletto, che ti costerà circa $ 527- $ 615, meno un credito di $ 88 se rispedisci la parte originale (puoi vedere una ripartizione più approfondita dei prezzi in questo pratico listino prezzi di The Verge). È un prezzo alto da pagare per una nuova batteria, soprattutto se tutto il resto funziona.

Apple afferma che alla fine venderà singole batterie sostitutive per i MacBook Pro M1, ma non ha specificato quando. Fino ad allora, le sostituzioni della batteria effettuate secondo l’Apple Self Repair Store Way sono estremamente lunghe e costose.

“… Apple sta presentando ai riparatori fai-da-te una sfida atroce di ostacoli: leggi 162 pagine di documentazione senza farti intimidire e decidi di fare comunque la riparazione, paga una cifra esorbitante per un pezzo di ricambio eccessivo, decidi se vuoi rinunciare altri 50 dollari sugli strumenti che consigliano e fai la riparazione da solo entro 14 giorni, incluso il completamento della configurazione del sistema per accoppiare la tua parte con il tuo dispositivo. Il che ci fa meravigliare, Apple vuole anche una migliore riparabilità? Il consulente per i contenuti di iFixit, Sam Goldheart, ha scritto.

Il blog di iFixit rileva che Apple non è l’unica azienda a raggruppare la sostituzione self-service della batteria con altre riparazioni. Il kit di sostituzione della batteria dello schermo per il Samsung Galaxy S21 è un esempio. Ma l’offesa di Apple, sostiene iFixit, è peggiore.

“Apple che richiede la sostituzione della tastiera e del bauletto è peggio del gruppo display OEM Samsung perché rende la riparazione molto più difficile, richiedendo di smontare l’intero dispositivo per sostituire una batteria”, ha detto ad Ars Elizabeth Chamberlain, direttore della sostenibilità di iFixit. Ha notato che mentre il gruppo batteria-display dell’S21 è “anche sfortunato”, semplifica la sostituzione della batteria.

Il blog di iFixit ha anche lamentato la misteriosa scomparsa dei manuali di riparazione per gli iMac da 21,5 pollici e 27 pollici che Apple ha pubblicato nel 2019. Abbiamo contattato Apple chiedendo il suo ragionamento e lo aggiorneremo se avremo risposta. Ma c’è la speranza che i manuali possano tornare ad un certo punto (forse modificati) mentre Apple continua ad espandere il suo programma di riparazione self-service.

Una preoccupazione meno costosa è la sostituzione della riga delle funzioni della tastiera del MacBook Air M1. Costa la stessa quantità di denaro, $ 39, per sostituirlo come per sostituire i copritasti sulla tastiera. Come ha sottolineato The Verge, Apple, con una mossa che sembra dolorosamente dispendiosa in più di un modo, venderà agli utenti sette set di keycap per righe di funzioni a quel prezzo.

Al capriccio di Apple

Poiché Apple è responsabile dei suoi sforzi di auto-riparazione, c’è la preoccupazione che il negozio Apple alla fine renderà le parti non disponibili, limitando le future riparazioni automatiche.

“È probabile che eliminino gradualmente la disponibilità delle parti del prodotto prima della durata reale dell’hardware (il nostro ufficio è pieno di MacBook Pro del 2012, ad esempio)”, ha detto Chamberlain ad Ars.

La legislazione sul diritto alla riparazione ha visto negli ultimi tempi notevoli movimenti, inclusa la prima fattura sul diritto alla riparazione per l’elettronica che passa a New York. iFixit ha affermato che è ancora necessaria un’ulteriore legislazione, nonostante Apple sia diventata più incline all’autoriparazione. Perché con la stessa facilità con cui Apple ha deciso di adattarsi meglio alle autoriparazioni, può cambiare idea.

Riparazione di un MacBook M1.

Riparazione di un MacBook M1.

“Quando siamo ai capricci dei produttori, otteniamo la riparazione alle loro condizioni”, ha detto Chamberlain. “Apple può rimuovere i manuali di assistenza e riparazione delle parti del prodotto in qualsiasi momento, come dimostrato dal fatto che ha rimosso i manuali dell’iMac 2019”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.