I ritardi nel check-in hanno scatenato l’indignazione dei passeggeri a KIA

L’affollamento nell’area di sicurezza dell’aeroporto internazionale di Kempegowda (KIA) ha provocato ritardi al check-in nazionale e indignazione dei passeggeri lunedì.

Il Bangalore International Airport Limited (BIAL), che gestisce KIA, ha affermato che i controlli intensificati effettuati dal personale della Central Industrial Security Force (CISF) hanno portato a un ritardo di un’ora al mattino.

Alcuni dei passeggeri che erano bloccati in lunghe code hanno twittato del ritardo e della presunta “cattiva gestione”. Hanno anche pubblicato video della folla e cercato un risarcimento migliore da parte delle autorità, anche se gli operatori aeroportuali hanno risposto ai tweet con la certezza di affrontare le preoccupazioni.

Alcuni dei passeggeri hanno anche affermato di aver perso il volo nonostante fossero stati in aeroporto con largo anticipo rispetto alla partenza prevista.

Sriram, che lavora in un’azienda IT della città, ha detto di essere riuscito a salire a bordo del suo volo per Mumbai solo perché il volo era in ritardo. Ha raggiunto l’aeroporto, insieme a un collega, alle 6:15 per il suo volo delle 8:20. “Abbiamo potuto vedere che c’era un affollamento insolito. C’erano urla e spinte e non potevo vedere nessun rappresentante dell’aeroporto in giro a fornire risposte”, ha detto DH.

Una fonte del settore aereo, che è anche un frequent flyer, ha affermato che KIA ha bisogno di installare più banchi per il check-in. Navigare nello spazio affollato prima del check-in è particolarmente scoraggiante per gli anziani, ha affermato.

“Il personale della CISF non ha avuto risposta alle domande dei passeggeri poiché non erano lì per il controllo della folla. Siamo saliti a bordo del volo intorno alle 8:25”, ha detto Sriram.

BIAL risposta

“Questo (il ritardo) è stato causato dal livello migliorato dei controlli da parte della CISF a causa degli input di allerta di sicurezza, che hanno coinciso con un volume elevato di passeggeri durante l’ora di punta di un lunedì mattina. Poiché la sicurezza dei nostri passeggeri e dell’aeroporto è una priorità assoluta, è stato necessario eseguire tutti i dovuti processi”, ha affermato un portavoce della BIAL.

Il portavoce ha affermato che gli operatori stanno lavorando con le parti interessate “per accertare modi migliori” per affrontare tali situazioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.