I promotori ritirano l’offerta di delisting di Adani Power

Ahmedabad, 17 settembre: I promotori di Adani Power Ltd hanno ritirato la sua offerta di delisting adducendo un ritardo dovuto alla mancata ricezione dell’approvazione di principio da parte delle Borse, perdendo così la fattibilità commerciale dell’offerta di delisting volontario.

In un deposito di scambio di sabato, la società ha dichiarato di aver ricevuto una lettera da un membro del gruppo promotore che chiedeva il ritiro dell’offerta di delisting.

Nel maggio 2020, il Consiglio di Amministrazione di APL aveva approvato l’offerta di delisting volontaria da parte di un membro del gruppo promotore, un ente privato – Adani Properties Private Ltd (APPL) per acquisire le azioni della società (ciascuna del valore nominale di ₹ 10) detenute dagli azionisti pubblici, che detengono 96.53.26.374 azioni pari al 25,03 per cento del capitale sociale totale versato.

Il gruppo promotore detiene collettivamente 2.89.16.12.567 azioni di APL, pari a 74,97 per il capitale sociale totale versato. L’Offerta di Delisting è stata approvata dagli azionisti della società il 23 luglio 2020. Dopo l’approvazione degli azionisti, la società aveva presentato le richieste di delisting necessarie alla National Stock Exchange e alla Borsa di Bombay il 29 gennaio 2021 per ottenere l’approvazione in linea di principio per l’Offerta di Delisting .

Il prezzo minimo per il delisting è stato fissato a 33,82 ₹ per azione, uno sconto del 12% rispetto al prezzo prevalente di 38,20 ₹ per azione. Le azioni APL, tuttavia, hanno assistito a un rally negli ultimi due anni per raggiungere un massimo di ₹ 432,80 il 22 agosto 2022. Le azioni hanno chiuso l’ultima sessione di negoziazione a ₹ 387,80 venerdì BSE.

Nel suo ultimo deposito del 17 settembre 2022, la società ha dichiarato di “non aver ancora ricevuto in linea di principio l’approvazione delle Borse, per l’Offerta di Delisting. A causa della mancata ricezione dell’approvazione in linea di principio delle Borse, la società e APPL non sono in grado di procedere con l’Offerta di Delisting.”

Inoltre, la società ha osservato di aver causato “un sostanziale e significativo ritardo nel procedere con l’Offerta di Delisting” e di aver influito sulla fattibilità commerciale del processo di delisting volontario.

“Di conseguenza, chiediamo al Consiglio di Amministrazione della Società di prendere atto della nostra Proposta di Recesso delisting e di adottare le misure necessarie per dare attuazione alla stessa”, si legge nella Lettera di Recesso delisting dei promotori.

“A seguito della ricezione della Lettera di recesso delisting, la Società dovrà adottare le misure necessarie, tra cui, tra l’altro, annotare e registrare la Lettera di recesso delisting da parte del Consiglio di amministrazione della Società”, ha affermato la società.

pubblicato su

17 settembre 2022

Leave a Comment

Your email address will not be published.