Gli Springboks rimpiangono le occasioni perse nell’incubo australiano: “È frustrante”

  • L’allenatore degli Springbok Jacques Nienaber ha lottato per nascondere la sua frustrazione dopo l’ennesima sconfitta contro i Wallabies.
  • Questa volta, i Boks hanno perso 25-17 ad Adelaide, la terza sconfitta consecutiva di Nienaber contro gli uomini di Dave Rennie, estendendo la serie di sconfitte di SA in Down Under.
  • Il capitano del Bok Siya Kolisi ha anche accreditato l’Australia per essere stata la squadra migliore della giornata.

L’allenatore degli Springbok Jacques Nienaber potrebbe aver tolto la maglia in Australia dopo aver registrato la terza vittoria consecutiva contro i Boks, ma non ha potuto nascondere la sua frustrazione per quanto meglio avrebbe dovuto giocare la sua squadra.

La sconfitta per 25-17 di sabato ad Adelaide è stata la terza sconfitta consecutiva del Sud Africa contro i Wallabies e quella che sembra leggermente abbellita dopo che i Wallabies erano in vantaggio 25-3 in una fase.

Anche i padroni di casa erano un uomo a terra, ma i Boks non sono stati in grado di sfruttare quel vantaggio, cosa che ha frustrato Nienaber.

LEGGI | Terribile ad Adelaide: i Woeful Springboks crollano per sconfiggere i Wallabies superiori … di nuovo

È il secondo match consecutivo in cui i Boks non sono riusciti a sfruttare al meglio un vantaggio maschile, avendo sprecato lo stesso scenario contro gli All Blacks a Ellis Park.

“Tanto di cappello per l’Australia. Ho pensato che la loro difesa fosse buona e non abbiamo capitalizzato. È frustrante”, ha detto Nienaber.

“Siamo tutti emotivi ora, quindi dovremo guardare bene e vedere perché.

“Eravamo accampati nei loro 22 alla fine del primo tempo e semplicemente non abbiamo ottenuto alcuna conversione di punti”.

Il capitano degli Springbok Siya Kolisi ha anche dato agli intraprendenti Wallabies le loro banalità, dicendo che erano più intelligenti in termini di sfruttare al massimo le possibilità che si presentavano.

“Sono stati fantastici stasera. Hanno giocato davvero bene”, ha detto Kolisi.

“Hanno colto le opportunità che hanno creato, mentre io sentivo che abbiamo creato opportunità, soprattutto nel primo tempo, e non le abbiamo colte.

“Potevamo essere più clinici, ma anche la loro difesa è stata buona”.

La carovana dello Springbok Rugby Championship ora si sposta a Sydney, dove non vincono da 29 anni, ma Nienaber sembrava essere abbastanza incoraggiato dai loro ultimi 10 minuti di spettacolo per sentirsi meglio in una delle loro città spauracchio.

LEGGI ANCHE | L’allenatore del Bok Nienaber non incolperà l’arbitro dopo lo shock di Wallabies: “Possiamo solo guardare a noi stessi”

È chiaro però che i Boks dovranno essere più acuti e intelligenti se vogliono ottenere quella che sta diventando un’inutile serie di sconfitte contro un lato Wallaby che è tutt’altro che vintage, ma che ha il legno su Nienaber.

“Il bello del rugby è che hai sette giorni e poi hai un’altra opportunità”, ha detto Nienaber.

“Faremo le nostre lezioni, daremo una buona occhiata al gioco e poi cambieremo un paio di cose se necessario.

“Abbiamo ricevuto alcune risposte oggi e la cosa fondamentale è dare slancio a quelle risposte per il prossimo fine settimana”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.